Il tragico momento della prova costume

Pubblicato il: 19-06-2017 in costumi da bagno
Boutique Brighenti-Il tragico momento della prova costume

La prova costume si avvicina, con l’approssimarsi delle belle giornate che lasciano presagire l’estate, il mare, la voglia di abbronzarsi. E invece di lasciarci travolgere dall’incanto della stagione, viviamo questo momento di attesa in un perenne stato d’ansia e frustrazione.

I propositi di fine anno sono già un lontano ricordo, eppure tra questi c’era sicuramente quello di prepararsi per tempo alla prova costume. Partire subito dopo Capodanno, facciamo l’Epifania, con diete e attività fisica. Poi il freddo invernale ci ha costrette a casa e le corse chilometriche che ci eravamo prefissate si sono trasformate in piccoli e pochi passi verso la dispensa, perché si sa…il freddo si combatte con la cioccolata!

Ora moriamo dalla voglia di comprare gli ultimi modelli del costume da bagno, ma al contempo siamo assalite dalle crisi di panico al pensiero della fatidica prova costume.

Allora iniziamo a inveire contro gli specchi dei camerini, contro l’ultima pizza mangiata, contro le imperfezioni del nostro corpo, contro la nostra pigrizia, e infine contro forze oscure che ci impediscono di assaporare la spensieratezza tipica dell’estate.

Boutique Brighenti - L'ansia della prova costume

Il senso di inadeguatezza si impossessa di noi e iniziamo a scaricare tutta la nostra frustrazione sulla taglia imprecisa del costume perché ci vorrebbe una misura mediana, sul colore che ci mortifica perché ancora troppo pallide, sul modello che non ci valorizza perché ci fascia troppo o troppo poco.

Ci guardiamo intorno e tutte ci sembrano più toniche di noi, più snelle di noi, più belle di noi, eppure, con il 99,9% di probabilità, anche loro stanno vivendo la nostra stessa ansia sulla prova costume.

Perché non importa il grado di perfezione che si riesce a raggiungere o che la natura ci ha concesso: nel momento della prova costume siamo tutte sopraffatte dall’insicurezza.

La prova costume rappresenta un appuntamento tragico per tutti, belli e brutti. Le imperfezioni, reali o inesistenti, sono messe a nudo, letteralmente, e questo ci butta nello sconforto totale.

La vita ci presenta già abbastanza prove che, a pensarci bene, fanno impallidire il superamento utopico della prova costume.

Boutique Brighenti - Superiamo la paura della prova costume

Dunque, non ci resta che…accettarci! Così, perfette nelle nostre imperfezioni. Così, per come siamo, con tutti i nostri difetti che ci rendono uniche. Perché come diceva la magistrale Anna Magnani:

Ce metti una vita a piacerti, e poi arrivi alla fine e te rendi conto che te piaci. Che te piaci perché sei tu, e perché per piacerti c’hai messo na vita intera: la tua. Ce metti una vita intera per accorgerti che a chi dovevi piacè, sei piaciuta. Ce metti na vita per conta’ i difetti e riderce sopra, perché so belli, perché so i tuoi. Perché senza tutti quei difetti, e chi saresti? Nessuno.

E allora vogliamo metterci una vita? O sarebbe meglio iniziare a godere della nostra bellezza imperfetta?

Non sarà una ruga, né una smagliatura. Non basterà un pelo superfluo oppure un filo di cellulite. L’estate arriverà con tutto il suo portato di sole, gioia di vivere, allegria, e ne saremo travolte.

 

Il tragico momento della prova costume ultima modifica: 2017-06-19T14:36:48+00:00 da Boutique Brighenti

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *